Sofia Nappi

Sofia Nappi, coreografa e danzatrice professionista, si è diplomata all’Alvin Ailey American Dance Theater a New York per poi approfondire i suoi studi con Hofesh Shechter e a Tel Aviv, dove sta attualmente conseguendo la sua certificazione come insegnante di tecnica Gaga, linguaggio del celebre coreografo Ohad Naharin. Interprete di lavori firmati da artisti di fama internazionale tra i quali Sita Ostheimer, Jon Ole Olstad, Alvin Ailey, Brice Mousset, Alessio Silvestrin, Sidra Bell, Netta Yerushalmy, Juel D. Lane, Clifton Brown, Earl Mosley, Robert Moses, Sofia è direttrice artistica e co-fondatrice del suo progetto “KOMOCO” grazie al generoso supporto della storica Ass. Sosta Palmizi.
Sofia è stata coreografa ospite per compagnie internazionali, artista in residenza, ha presentato lavori con KOMOCO e insegnato workshops professionali in Germania,USA, Italia, Olanda, Israele, Francia, Albania, Spagna, Isole Canarie, Kosovo, Belgio e Ungheria, facendo tappa ai più prestigiosi Festival e piattaforme Italiane e internazionali, tra i quali: La Biennale Di Venezia, The Albania Meeting Dance Festival, RomaEuropa, MASDANZA e molti altri ancora.
Il suo ultimo lavoro “Dodi”, già vincitore del Premio Partner Introdans al Rotterdam International Duet Choreography Competition 2021, si è aggiudicato il 1° Premio, il Premio della Critica e il Premio di Produzione dalla Fondazione Tanja Liedtke e dal Direttore Artistico Marco Goecke dello Staatstheater Hannover al prestigioso 35. International Choreography Competition Hannover 2021.
Sofia non vede l’ora di proseguire tutti i progetti futuri con KOMOCO insieme ai suoi collaboratori più stretti Paolo Piancastelli e Adriano Popolo Rubbio. In previsione non vi sono solo nuove produzioni commissionate da prestigiose realtà come lo Staatstheater Hannover, Nationaltheater of Mannheim, Introdans e Ballet X (USA), ma vi è anche “IMA”, la nuova produzione full-evening di KOMOCO, co-prodotta dal The Color International Dance Festival 2022 – diretto da Eric Gauthier -, da Cango Virgilio Sieni, dal Teatro El Canal di Madrid e da Ass. Sosta Palmizi

Produzioni

Torna su