Cuenca/Lauro

Cuenca/Lauro nasce dalla collaborazione artistica tra Elisabetta Lauro e César Augusto Cuenca Torres, danzatori e coreografi residenti a Berlino. Entrambi diplomati alla Folkwang University of Arts, e con un master come interpreti solisti, hanno lavorato tra il 2002 e il 2004 con il regista e coreografo taiwanese Wu Kuo-Chu in produzioni del Cloud Gate D. T. e del Wuppertal Schauspielhaus, e hanno partecipato come danzatori ospiti in “Le Sacre du Printemps” di Pina Bausch. Nel 2004 sono entrati nel TeatroStabile di Kassel e hanno contribuito alla creazione di diversi spettacoli, lavorando tra altri con Johannes Wieland, Yossi Berg/Oded Graf e Rootlessroot. Nel 2011 hanno realizzato lo spettacolo “Hay un no sé que no sé donde” premiato a Masdanza 2013. Lo spettacolo è stato selezionato per il Network Anticorpi e ha girato in contesti nazionali e internazionali. Nel 2014 hanno dato inizio alla produzione di “(zero)” , lavoro che si è aggiudicato nel 2015 il “Premio Equilibrio Roma” e che ha debuttato nel 2016 all’interno del Festival Equilibrio Roma. Lo spettacolo ha vinto il Primo Premio della Giuria nel concorso internazionale 20 Masdanza, è stato selezionato dal network Anticorpi e dalla NID Platform, e ha girato Italia, Europa e Sud America. A ottobre 2018 hanno presentato ad Azioni in Danza di Barletta un primo studio della nuova produzione “Regenland-elogio del buio”, un assolo di e con Elisabetta Lauro. Il progetto è stato selezionato per una residenza all’interno del Progetto FabricAltra Percorso di Rigenerazione Culturale che si è conclusa a settembre 2019 con una nuova apertura al pubblico del lavoro in divenire. Negli anni Elisabetta e Cèsar hanno lavorato anche con la coreografa turca Leyla Postalcioglu, la Compagnia Menhir, la Compagnia delle Formiche e la compagnia tedesca Hidden Tracks. Inoltre Elisabetta collabora regolarmente con il centro Invito alla Danza di Barletta dove è artista residente e insegnante ospite, ed è stata assistente e direttrice di prova per la Folkwang University of Arts e per il Cloud Gate D.T.”

Produzioni

IT | EN
Torna su