Mariella Celia e Cinzia Sità

Bisbigliata creatura (2020)

Ideazione e Regia: Mariella Celia
Coreografia, ricerca drammaturgica del movimento: Mariella Celia in collaborazione con Cinzia Sità
Interpreti: Mariella Celia, Cinzia Sità
Suono: Gianluca Misiti
Assistente di scena: Francesca Innocenzi

Collaborazione ai costumi: Ambra Onofri
Produzione: Associazione Sosta Palmizi
Con il sostegno di: Vera Stasi (Tuscania) Teatro Azione e Carrozzerie N.O.T , Roma (Roma), ALDES (Lucca) Teatri Sospesi (Salerno) 

Spettacolo vincitore del Premio inDivenire Danza 2019

Dio breve nell’erba
Ingarbugliato in goccia d’acqua
E grandine furiosa
Dio coda di lucertola
Passi sbadati
Tra sedia e letto
Dio belva e piuma
Insonne asfalto
Dio uovo
Che ogni acqua è santa
E ogni luogo è sacro
Se assente di noi.
Saprai mai inchinarti
Tanto
Da cogliere la bisbigliata
Creatura?

Chandra Livia Candiani (da La Bambina Pugile)

 

 

“Bisbigliata creatura ha origine dal mio desiderio di indagare a fondo alcuni temi del Body-Mind Centering (BMC®), in chiave performativa. Il BMC®  è un approccio che mi ha fatto scoprire con esperienze di microscopica intimità, quanto nel movimento sia manifestato ogni aspetto della vita di un individuo, quanto i nostri pattern somatici siano meravigliosamente intrecciati a quelli cognitivi ed emotivi, quanto tutto si inscriva nel corpo e si  riveli attraverso il corpo in movimento. Poi l’incontro con la poesia di Chandra Livia Candiani, la sua capacità di mettere in parole la sacralità dell’esperienza vitale.
Bisbigliata creatura si è presa un lungo tempo per emergere, per chiarirsi, un tempo che desideravo proprio così, lento, pieno di incidenti, di fallimenti, di errori e di meraviglia. La partner che ho scelto, come tutto il resto, non è un caso. Questo lavoro, che osserva la centralità dell’esperienza corporea nell’ evoluzione della persona, si pone presto domande sull’incontro, sulla relazione con l’altro e spalanca l’indagine verso il tema del contatto, del tocco. Già i miei studi di BMC mi avevano rivelato quanto e come l’incontro pelle a pelle, corpo a corpo, dell’infante con la madre fosse determinante, ma nel mondo degli adulti trovo che la cosa sia ancor più affascinate e complessa. Cinzia Sità è una donna con caratteristiche fisiche, cinetiche, caratteriali e artistiche molto differenti dalle mie. E’ stato importante condividere la ricerca all’interno di questa diversità. E’ stato significativo osservarci, mentre si viveva l’incontro. In comune c’era e c’è una grande dedizione alla cura, un desiderio di celebrarne il valore, la necessità, l’urgenza. Ci siamo amate, ci siamo odiate, abbiamo riso tanto, abbiamo pianto, ci siamo tenute, vicine, abbiamo liberato ogni dubbio sul fatto che toccare è essere toccati. Insieme, ci alleniamo a scegliere come muoverci nel  mondo, ma anche a dire grazie ad ogni lotta necessaria a conoscere e a riconoscerci. ”
Mariella Celia

la vita ci ha toccato a fondo, la vita sembra trascurarci e con tutto questo scorrere di eventi e di stati d’animo, insieme a tutto questo, noi ci inchiniamo (C.L. Candiani).

Gallery

Ideazione e Regia: Mariella Celia
Coreografia, ricerca drammaturgica del movimento: Mariella Celia in collaborazione con Cinzia Sità
Interpreti: Mariella Celia, Cinzia Sità
Suono: Gianluca Misiti
Trucco/Assistente di scena: Francesca Innocenzi
Costumi: Mariella Celia
Disegno luci: Francesco Tasselli

Produzione: Associazione Sosta Palmizi
Con il sostegno di: Vera Stasi (Tuscania) Teatro Azione e Carrozzerie N.O.T , Roma (Roma), ALDES (Lucca) Teatri Sospesi (Salerno) 

Spettacolo vincitore del Premio inDivenire Danza 2019

Date

Altre Produzioni di Mariella Celia e Cinzia Sità
Torna su