Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia

Amateurs (2017)

di Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia
scritto e interpretato da Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia
musica dal vivo Saverio Pandolfi
co-produzione Pagano/Ventriglia e Associazione Sosta Palmizi
con il sostegno di CS376 (cortonaAR), Corsia Of (Perugia), VerdeCoprente (TR), ALDES (Lucca), Teatro Stabile dell’Umbria, Rampaprenestina (Rm), RadiceTimbrica Teatro (Legnano Mi), Teatro in Polvere (MI)
Scenografia Ettore Pagano – PIEMMECOR
Consulenza sound design Piermarco Lunghi
Libera evoluzione dal progetto Corte d’Amor vincitore del bando Cantiere Futuro 2016– Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Teatro Metastasio Stabile della Toscana

“Un gioco stravagante che diverte sia il pubblico sia gli attori. (…) interpreti, caratteristi pluriruoli carichi di esilarante poesia. Una lettura moderna e ironica. Una trasposizione leggera, tutt’altro che superficiale”.

[Squadra Investigativa – Alla Munchenbach]

Atmosfera e caratteri del mondo intellettuale delle corti provenzali del tardo medioevo: salotti letterari dove raffinate nobildonne accolgono i Cortesi (coloro che si sanno comportare). Nobili, eruditi, ecclesiastici, letterati, artisti, cavalieri riuniti a disquisire di amore, l’Amor Cortese. Nella corte dove Chrétien de Troyes (Francia 1135-1190) si accinge a leggere Lancillotto o Il Cavaliere Della Carretta, un suo romanzo cavalleresco-amoroso, il Cortese Pubblico verrà intrattenuto con racconti, musica e danza.
Un uomo e una donna danno corpo e voce, con poliedrica teatralità e fisicità, a grotteschi personaggi, con la ricca coloritura sonora di un prezioso musicante. Con ricercata gamma di linguaggi che vanno dalla commedia dell’arte al teatro dell’assurdo, dal teatro-danza alla pantomima farsesca, a tanta televisione, fra lirismi e anacronismi, la commedia smaschera la commedia che si sta inscenando nella latrina morale della contemporaneità, nei cui salotti mediatici la cosmesi pubblicitaria nobilita il fetore della Grande Abbuffata.

Gallery

di Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia
scritto e interpretato da Fabio Pagano e Cecilia Ventriglia
musica dal vivo Saverio Pandolfi
co-produzione Pagano/Ventriglia e Associazione Sosta Palmizi
con il sostegno di CS376 (cortonaAR), Corsia Of (Perugia), VerdeCoprente (TR), ALDES (Lucca), Teatro Stabile dell’Umbria, Rampaprenestina (Rm), RadiceTimbrica Teatro (Legnano Mi), Teatro in Polvere (MI)
Scenografia Ettore Pagano – PIEMMECOR
Consulenza sound design Piermarco Lunghi
Libera evoluzione dal progetto Corte d’Amor vincitore del bando Cantiere Futuro 2016– Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Teatro Metastasio Stabile della Toscana

IT | EN
Torna su