Compagnia Dulcamara Teatro

VALENTINA CIDDA
Attrice, regista, musicista. Riceve il premio Grinzane Cavour – sezione giovani. Ha lavorato come dialoghista e adattatrice cinematografica per numerosi film tra cui “Eyes wide shut” di Stanley Kubrick. Dopo gli studi di pianoforte e composizione sposta il suo interesse e passione su ambiti di sperimentazione e ricerca e la musica diventa componente importante del proprio lavoro teatrale. Continua a dedicarsi al teatro come attrice, alla scrittura teatrale e soprattutto alla regia. Riceve l’incarico di ideatrice e curatrice di eventi teatrali e culturali per diversi Comuni, Istituzioni e Accademie in svariate occasioni. Nel 2005 istituisce il gruppo di ricerca e produzione teatrale Dulcamarateteatro. Dulcamarateatro è presente in numerosi festival e teatri dal 2006 con performance, istallazioni, video-art e spettacoli. Sempre nel 2006 inaugura il Centro Il Garage – di cui assume la direzione artistica – centro di studio e ricerca cinematografica, teatrale e musicale. Ancora nel 2006 aderisce alla fondazione della band indie-pop Kiddycar. Dal 2008 al 2011 diventa autrice e conduttrice radiofonica di Radio Rai. 
Valentina porta avanti negli anni una propria ricerca sul lavoro dell’attore inteso come “individuo umano” arrivando a concepire un metodo teorico e pratico che definisce “La meccanica sacra delle emozioni” e tiene numerosi laboratori in tutta Italia. Durante l’anno 2014 debutta con i seguenti spettacoli: NATI – Gioia del colle BARI ospite al festival Voci dell’anima. Hic et Nunc – Monologo rituale per tre attrici e una bocca Mercantia Certaldo 2014.

SAYOKO ONISHI
Danzatrice, coreografa e docente. Studia danza classica prima, contemporanea poi all’accademia Sasaki Mitsuaki Art Dance (Hokkaido). Studia il Butoh con il maestro Hironobu Oikawa. Dal 1986 al 1988 è impegnata con la compagnia Hoppon-Butoh-Ha di Ippey Yamada. Nel 1989 lavora col gruppo stabile Takao Nakazawa a Melbourne. Dal 1990 al 1993 lavora come danzatrice per la compagnia di danza Butoh Tatoeba a Berlino. Nel 1993 approfondisce i suoi studi sul butoh studiando Tai-chi, chigong col maestro Hironubu Oikawa. Realizza numerosi spettacoli come solista in vari paesi europei: nel 1996 festival di danza Butoh “Chisenhale” di Londra, teatro “Melkweg” di Amsterdam, Festival internazionale di danza teatro a Karlsruhe; nel 1997 vince il Concorso internazionale di danza solista ad Augsburg, Germania; nel 1998 partecipa al festival d’arte “Five projects” di Tokyo, nel 1999 al “Tanz Herbst” a Bremen, Germania; nel 2000 è presente al “Japan Festival”, al teatro Melkweg di Amsterdam e al “Moving Mime Festival” in Tiburg, Olanda. Nel 2001 inizia la sua attività in Sicilia con l’Associazione Siciliana Danza. Nel 2004 viene invitata come guest teacher dall’Accademia Nazionale di Danza a Roma. Nel 2005 è tra i cofondatori dell’Accademia Internazionale di Butoh. Dal 2005 è coreografa stabile presso il corso di “Laboratorio Teatro” dell’Università di Palermo. Nel 2005 vince il primo premio di danza contemporanea a Berlino e a Tokio nel 2006 (Die Platze). E’ solista nello spettacolo Il dolce canto degli dei con Giancarlo Giannini e nello spettacolo Ager Sanguinis Federico II Stupor Mundi con Giorgio Albertazzi. Lavora anche con Remo Girone. Continua a collaborare con vari artisti internazionali (progetto MAE 3 e MaE2 accanto a Robert Touissant). Ispirandosi alle radici del Butoh il lavoro di Sayoko Onishi ha lo scopo di unire sia elementi occidentali che orientali, sia la tradizione che il contemporaneo. Con Dulcamarateatro collabora da alcuni anni a livello formativo e artistico prendendo parte ad alcuni lavori. Collaborazione che si consolida con Nati e con la nuova produzione Ombra.

Produzioni

IT | EN
Torna su