Premessa

L’idea di AZIONE nasce dalla forte esigenza di contribuire a colmare la mancanza, sul territorio nazionale, di un luogo che si occupi a pieno titolo di quel delicato passaggio tra la formazione di base di giovani danzatori e il professionismo, soddisfacendo una vera ed esplicita richiesta attraverso un piano di studio nell’ambito della danza contemporanea che sia durevole, coordinato, organico e soprattutto accessibile.
I giovani che scelgono il linguaggio contemporaneo nel nostro Paese a prescindere dalla qualità dell’offerta didattica in sé ed anche avendo frequentato le molte realtà didattiche che operano per offrire formazioni di base, hanno poche alternative per sviluppare e approfondire lo studio. La possibilità di entrare nel mondo del lavoro richiede conoscenze ed approfondimenti che troppo spesso li spinge a rivolgersi all’estero o a destreggiarsi fra le offerte laboratoriali. Il sistema attuale fornisce molte brevi occasioni di studio, disseminate sul territorio, che spesso si sovrappongono e non possono offrire una linea coordinata di pensiero, che sviluppi piani di studio approfonditi, risorse e talento.
La formazione trova in molte occasioni un legame stretto con la messa in scena, costringendo i tempi e le modalità di studio alle esigenze produttive, facendo di ogni esperienza un fatto a sé stante senza particolare progettualità e confondendo i piani stessi dell’esperienza.
Le conseguenze della situazione delineata, producono un grande investimento economico da parte dei più deboli e poca responsabilità di operatori e organi pubblici.

Obiettivi

L’intenzione del progetto AZIONE, condivisa da tutti i partecipanti è quella di iniziare a tirare un filo fra le risorse già esistenti sul territorio toscano che coordini un impegno congiunto per iniziare a costruire un terreno fertile in questa direzione, costruire un polo di formazione che rispecchi le domande e le esigenze della contemporaneità senza perdere il filo della tradizione e delle forti e antiche battaglie ad essa connesse. Un luogo fuori dalle logiche di mercato, che dia dignità allo studio e sia un’alternativa vera, rispetto alle occasioni saltuarie, idoneo nei confronti di chi non può permettersi economicamente grandi sforzi e che non alimenti situazioni di sfruttamento artistico.Ogni docente sarà portatore di un pensiero legato alla sua esperienza, al suo linguaggio e alla sua autorialità; il percorso in questa prima tappa sarà composito, l’eterogeneità dell’esperienza poetica di ognuno svilupperà un pensiero teorico e pratico consapevole e responsabile in grado di costruir anche un senso organico al percorso.Da questo slancio e da una riflessione più ampia che vuole essere non solo in fieri, ma condivisa con esperienze diversificate, si muovono i nostri passi verso un’ipotesi di progetto continuativo.

Aldes/CAB 008/ Compagnia Simona Bucci/Company Blu/KLm-Kinkaleri Le Supplici mk/Sosta Palmizi
Progetto per una rete stabile di insegnamento sul territorio toscano

Il progetto AZIONE, dedicato alla formazione per la danza contemporanea, vince in questa seconda edizione il bando “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura” indetto dalla SIAE. L’intento nasce nel 2016 dal desiderio, condiviso fra autori e strutture che operano professionalmente nel territorio toscano, di incarnare e perseguire un ideale necessario: la costruzione di un polo di alta formazione che rispecchi le domande e le esigenze professionali nell’ambito della contemporaneità, che offra un’alternativa di studio differenziata, coordinata e duratura, anche fuori dalle logiche di mercato.
101 le numerose domande di partecipazione e 14 danzatori under 35 selezionati, che avranno l’opportunità di seguire gratuitamente tutto il percorso, accompagnati da forti personalità autoriali che hanno promosso il progetto in un intenso percorso di perfezionamento, costruito intorno a pratiche e riflessioni teoriche non solo legate alla loro personale esperienza e sostanziate dalla presenza di studiosi e accademici di prestigio. I laboratori con cadenza mensile o bimensile, per un totale di 352 ore complessive, inizieranno a partire dal mese di luglio a Cortona con il primo incontro a cura di Raffaella Giordano/Sosta Palmizi, per articolarsi nell’arco di un anno nei diversi spazi di riferimento dei promotori e concludersi a marzo con una prova di studio aperta al pubblico al Teatro Mecenate di Arezzo.
Il piano di studio ospiterà le docenze di Raffaella Giordano dal 9 al 14 luglio presso lo spazio di Sosta Palmizi in Loc. Fratta S. Caterina a Cortona, Simona Bucci dal 20 al 25 agosto presso Le Murate a Firenze, Biagio Caravano dal 10 al 15 settembre e Cristina Rizzo dall’8 al 13 ottobre presso lo spazioK a Prato, Alessandro Certini dal 22 al 27 ottobre al Teatro della Limonaia a Sesto Fiorentino, Fabrizio Favale dal 12 al 17 novembre e Marco Mazzoni dal 10 al 15 dicembre allo spazioK di Prato, Charlotte Zerbey dal 14 al 19 gennaio 2019 al Teatro della Limonaia, Roberto Castello dal 4 al 9 febbraio allo SPAM! di Lucca, Marina Giovannini dall’11 al 16 febbraio allo spazioK a Prato, Giorgio Rossi dal 18 al 23 marzo a Cortona.

Con il sostegno di MiBAC e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

 

 

Partnership con Krapp’s Last Post

Gallery

Progetto pilota per una rete stabile di insegnamento sul territorio toscano
Aldes/CAB 008/Compagnia Simona Bucci/Company Blu/Kinkaleri/Le Supplici/Mk/Ass. Sosta Palmizi

L’idea di AZIONE nasce dalla forte esigenza di contribuire a colmare la mancanza, sul territorio nazionale, di un luogo che si occupi a pieno titolo di quel delicato passaggio tra la formazione di base di giovani danzatori e il professionismo, soddisfacendo una vera ed esplicita richiesta nell’ambito della danza contemporanea che sia durevole, coordinato, organico e soprattutto accessibile.
L‘obiettivo del progetto AZIONE è quello di iniziare a tirare un filo fra le risorse già esistenti sul territorio toscano e costruire così un polo di formazione che rispecchi le domande e le esigenze della contemporaneità, senza perdere il filo della tradizione e delle forti e antiche battaglie ad essa connesse.
Il progetto è rivolto ad un massimo di 15 allievi; possono presentare domanda tutti coloro che hanno una formazione di base nell’arte del movimento e che ritengano di voler perseguire la carriera di interpreti e danzatori, di un’età compresa fra i 18 e i 26 anni.

La scadenza ultima per inviare le candidature è lunedì 7 marzo 2016.

Il percorso di studio della durata di un anno e sei mesi sarà suddiviso in 18 laboratori di 5 giorni ciascuno con cadenza mensile. L’inizio degli studi è previsto nel mese di luglio 2016 e si concluderà nel mese di dicembre 2017.
Il piano di studi ospiterà le docenze di Simona Bucci, Roberto Castello, Alessandro Certini, Michele Di Stefano, Fabrizio Favale, Raffaella Giordano, Marina Giovannini, Marco Mazzoni, Cristina Rizzo, Giorgio Rossi, Charlotte Zerbey.
L’eterogeneità dell’esperienza poetica di ogni autore svilupperà un pensiero consapevole e responsabile nel dare un senso organico al percorso, sia pratico che teorico. All’interno delle modalità di lavoro di ciascuno gli autori affronteranno conoscenze e forme, principi e relazioni costitutivi del linguaggio corporeo nell’ambito della danza e del teatro contemporaneo.

Il percorso degli allievi sarà itinerante nei diversi spazi di riferimento: Lucca – Spam_Roberto Castello / Lastra a Signa – Teatro delle Arti_Compagnia Simona Bucci / Sesto Fiorentino – Teatro della Limonaia_Company Blu / Prato – spazioK_Kinkaleri / Cortona – Fratta Santa Caterina_ Ass. Sosta Palmizi / Firenze – Le Murate.
Le strutture aderenti al progetto: Aldes / CAB 008 / Compagnia Simona Bucci /Company Blu / Kinkaleri / Le Supplici / Mk / Associazione Sosta Palmizi.

Gallery

IT | EN
Torna su