Olimpia Fortuni e Pieradolfo Ciulli

  • SOGGETTO SENZA TITOLo(2016)

    di e con Olimpia Fortuni
    assistenza artistica Cinzia Sità
    paesaggio sonoro Pieradolfo Maria Ciulli e Danilo Valsecchi
    produzione Associazione Sosta Palmizi
    con il sostegno di Teatro la Cavallerizza di Torino; si ringrazia Michela Lucenti e Balletto Civile
    Spettacolo selezionato alla Vetrina della giovane danza d’autore 2016 – anticorpi XL
    Selezione Visionari Kilowatt Festival 2017 

    Mai come adesso vorresti cedere.
    Stanotte chiedi a queste pareti di sorreggerti.
    Già scorrono i titoli di coda nella tua testa.
    Io la vedo quella linea sottile di costante tristezza dentro ai tuoi occhi. Il tuo abbandono e le parole della tua solitudine dentro una lattina di emozioni.
    Una felpa dentro cui immergersi, piangere fino a cambiare pelle.
    Sei vuoto e poi ti riempi.
    Sei pieno e poi ti svuoti.

    “Soggetto Senza Titolo” è un percorso in cui, da una parte, si apre un campo per arricchire una ricerca individuale di movimento e di ricerca del sé, e dall’altra, è soprattutto un’immersione in un mondo intimo e solitario, con il fine di rivelare una sensazione, uno stato d’animo, un colore, il BLU, che in senso figurato, nell’idioma inglese, assume il significato di malinconia, accompagnato dall’influenze del panorama di un underground metropolitano del vissuto personale dell’artista.
    L’immagine che ne viene fuori è quella di un omino stilizzato, quasi un fantoccio, informe, liquido, senza una specifica identità, caratterizzato dai colori del rosso e del blu, colori primari che inducono a pensare ad un’origine, o embrione di un’identità. Espongo la mia materia corporale ad una metamorfosi continua che si evolve e si trasforma. Non mi do una forma, né un nome, che possa limitarmi. Come una macchia d’inchiostro, che si espande senza un contenitore, provo a cercare una verità. Vado giù dove è più buio per toccare la mia pelle dal di dentro e lì trovare l’essenza, la radice del mio essere…vivente.

    VIDEO PROMO

    olimpia_spettacolo_20 olimpia_prove_maschera_101 olimpiamuro

  • Viale dei Castagni 16 (2014)

    autori e interpreti Pieradolfo Ciulli e Olimpia Fortuni
    produzione Associazione Sosta Palmizi/Associazione Fattoria Vittadini
    con il sostegno di NAO CREA residenza artistica e NEXT – laboratorio delle idee
    paesaggio sonoro Pieradolfo Ciulli
    disegno luci Alessandro Capodiferro, Pieradolfo Ciulli, Luca Poncetta
    durata ’45

    “Perché si è sempre molto sensibili quando si tratta di noi e cinici e spietati quando si tratta
dell’altro?”

    
Con il linguaggio della danza contemporanea, lo spettacolo si propone come opportunità per affacciarsi in casa di un uomo e una donna che, in un mondo che spinge all’autonomia all’affermazione del singolo, decidono di sposare le difficoltà di questo secolo rimanendo uniti.Il progetto nasce dall’urgenza di lavorare partendo dal vissuto personale dei due performer, sottoponendo loro stessi allo sguardo degli altri. Attraverso l’utilizzo di un computer, gli interpreti sperimentano il controllo della musica e delle luci direttamente dall’interno della scena. 

    Note degli autori

    Se ogni volta vedessimo il più piccolo fallimento umano come il fallimento di tutti forse considereremmo la possibilità che non serve essere egoisti, che l’ ego non sviluppa le doti umane ma le fa implodere in grandi dolori. Da questo nasce l’urgenza di lavorare partendo dal nostro personale, da noi e dalla nostra vita di coppia. Non possiamo non notare come la società condizioni la nostra relazione, una società che porta a dividere più che a unire e che induce a vivere alla giornata. Nelle difficoltà di questa epoca l’altro diventa ancora più ingombrante, ancora più un peso, ma allo stesso tempo l’unico abbraccio fidato dentro cui rifugiarsi, l’unico sostegno che possa capirti con sincerità. Per reazione a tutto ciò, noi decidiamo di vivere insieme e di affrontare tutti i problemi che comporta la convivenza oggi, portando con noi tutti gli impulsi, tutte le manie, nevrosi e incongruenze del mondo esterno. Cerchiamo tutto quello che ci siamo dimenticati di noi e dell’altro, lasciamo che le cose avvengano e una volta trovate proviamo ad ingrandirle e ad evidenziarle in tutta la loro fragilità. Così musiche e luci sono gestite dall’interno, la nostra casa si fa spazio scenico e la quotidianità diventa performance.

    VIDEO PROMO

    733858_10200342720322530_1480020866_n Diversia3-2(1) Diversia3-1(3) Viale dei Castagni

     







    Il lavoro, ha partecipato al progetto NAO CREA residenza artistica; è stato presentato ad AROUND UOVO 2013 MILANO; premiato al Bando Next Milano 2013 Laboratorio delle idee della Regione Lombardia
    Tappe di studio Ariella Vidach-Did Studio Residenza NAO crea, Milano 2013 >primo studio; Festival Caffeine .04, Merate 2013>secondo studio; Residenza Oakspace, Bordeaux 2014>terzo studio; Diversia Festival, Kostroma (Russia) 2014>anteprima; Quasi Solo Festival-Spazio Residenza Idra, Brescia 21 novembre 2014>debutto

Olimpia Fortuni

Danzatrice e coreografa, nata a Macerata il 22/03/1985, si diploma alla Paolo Grassi nel 2008 e termina il biennio “Scrittura per la danza contemporanea” diretto da Raffaella Giordano. Subito dopo crea il colletivoFamigliafuchè; conclude il corso di formazione per danzatori professionisti, organizzato da OperaEstate e studia con i Dv8 physical-theatre di Londra. Ha lavorato per “Kiss” di Tino Seghal e nel “Lo scorrevole” di Vettori Pisani, per Costanzo/Rustioni, Arearea, la Valdoca, Samotracia e Casa Strasse. E’co-autrice di “Viale dei Castagni 16” premiato al bando Next. Attualmente collabora con Sosta Palmizi, Zerogrammi e Company Blu. Partecipa al Premio Anticorpi (2016) con il suo solo “Soggetto senza titolo”.

Pieradolfo Ciulli

Danzatore e coeografo, nato ad Acqua Viva delle Fonti il 22/07/1984, si Laurea in beni Culturali all’Università di Lecce nel 2008; nel 2009 si diploma all’Accademia Paolo Grassi di Milano al corso teatro-danza ed è cofondatore della compagnia di danza Fattoria Vittadini. Collabora come performer per l’artista di fama mondiale Tino Seghal nell’opera Kiss e con la compagnia di teatro Animanera. Lavora come danzatore per la compagnia Fattoria Vittadini, Matanicola , Maja Carrol, Ariella Vidach, Collettivo Cinetico e Daniele Ninnarello. E’ autore insieme a Olimpia Fortuni dello spettacolo “Viale dei Castagni 16”. Attualmente collabora con Fattoria Vittadini, Ambra Senatore e Ci.e Zerogrammi.

CONTATTI

Associazione Sosta Palmizi 
www.sostapalmizi.it – produzione@sostapalmizi.it – 0575/630678 – 393/9913550