SULLA Felicità (2014)

ideazione e direzione artistica Giorgio Rossi
autori e interpreti Mariella Celia, Eleonora Chiocchini, Olimpia Fortuni, Gennaro Lauro, Silvia Mai, Francesco Manenti, Daria Menichetti, Fabio Pagano, Valerio Sirna, Cinzia Sità, Cecilia Ventriglia
foto Luca Calugi

Undici interpreti selezionati tra i giovani allievi di Giorgio Rossi e Raffaella Giordano nonché Artisti Associati di Sosta Palmizi, per uno spettacolo dedicato alla felicità. Un lavoro di confronto aperto su questo tema ha generato un percorso tra visioni personali e collettive di cosa potrebbe essere la felicità oggi. Confidando nell’espressività della danza, della musica e della parola, lo spettacolo con poesia e ironia, restituisce il senso di una felicità minacciata dalle logiche del consumo e del possesso.La felicità, considerata dall’autore e dagli interpreti come uno stato d’animo, può scaturire dal sentire la vita istante per istante in una dimensione corporea consensuale da opporre a una dimensione virtuale e fittizia legata al materiale.

La nostra condizione di esseri umani ci porta alla spasmodica ricerca della felicità. Siamo colti continuamente dal desiderio di esserci, da una volontà di partecipare ad un ordine più ampio. L’aspirazione, la contraddittorietà dell’uomo e la sua volubilità lo distinguono dal regno animale, lo spingono a confrontarsi costantemente con i propri limiti
Lo spettacolo è frutto di uno studio in più tappe in cui sono emerse due istanze essenziali: condividere e accettare i nostri limiti con ironia. Semplicemente danzare, creando la possibilità di dare a sé stessi e agli altri qualcosa che si avvicini alla felicità, pur non avendo la pretesa di darne una rappresentazione esaustiva. 
Giorgio Rossi


“Una staffetta di parole, danze e canzoni spesso comiche, se non ridicole, che narra una felicità in superficie, da poter comprare o da trovare nella notorietà; quella felicità che porta al riso chi la osserva perché in evidente contrasto con il reale. (…)  In mezzo alla semplicità e alla leggerezza con cui ormai si afferma di essere felici, tra luci abbaglianti e pose eccentriche, chi resta in silenzio risulta come sempre avere maggior contatto con sé.”
Chiara Mattei – Tribuna Italia

Sulla Felicità è sicuramente un lavoro corale e personale, il cui filo conduttore dato dal regista e coreografo è sotterraneo, presente ma non invadente. I danz/attori, riuniti sotto l’egida di uno dei più importanti coreografi italiani, si esibiscono alternando momenti spiccatamente teatrali ad altri più danzati. Tutto il lavoro è  basato sulla ricerca della felicità intesa come scoperta essenzialmente fisica o puramente emotiva, molto di quello che mostrano in scena prende avvio in parte  dal ricordo e in parte dall’aspirazione.(…) Un bellissimo e piacevolissimo lavoro che lascia il sorriso sulle labbra, creato e interpretato da  ottimi performer.” 
Valeria Loprieno -  Nucleo art-zine

DSC_3263 DSC_3104 DSC_3255