Medea‚ nel luogo della mia memoria (2011/12)

un progetto di Cinzia Sità
con Cinzia Sità
coreografie Cinzia Sità

collaborazione alla drammaturgia Giulio De Leo
sound designer Tommaso Perego
sostegno Sosta Palmizi, Compagnia Menhir
collaborazione La Corte Ospitale, Ass.ne Novecento

Medea‚ nel luogo della mia memoria è un percorso che trova le sue origini in ricordi di infanzia‚ quando da bambina osservavo mia madre mentre preparava le lezioni di greco per i suoi allievi.
L’ascoltavo leggere i versi in trimetro giambico e quel ritmo cadenzato e regolare mi parlava già‚ al di là del senso.

Dopo anni ritrovo Medea in quegli stessi versi che ascoltavo da piccola‚ ne scopro il senso e mi si rivela‚ attraverso il mito‚ una figura femminile complessa‚ una virgo virago che mi offre un’occasione di riflessione sull’essere donna‚ sulla sua funzione sociale e culturale‚ su ciò che ha conquistato e perduto. Ed il mio sguardo ritorna alla fotografia di quella donna che‚ seduta alla scrivania‚ leggeva e declamava antichi versi‚ in un tempo e in uno spazio che apparivano come sospesi.
Il silenzio diviene un compagno prezioso in questo viaggio: “ascolta‚ esamina‚ osserva‚ pesa‚ analizza”. Su di esso cadono dei suoni‚ dei ritmi‚ delle nenie… il corpo si fa tramite e veicolo di un mondo interiore‚ portatore di gesti e segni‚ evocatori di antiche memorie.

Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea Cinzia Sità - Medea