per tre corpi forse (2009)

horror vacui

un progetto di Amina Amici
con Amina Amici‚ Elisa Canessa/Sara Orselli‚ Federico Dimitri
coreografie di Amina Amici
musiche di Bruno De Franceschi

co-produzione Associazione Sosta Palmizi‚ Centro Artistico Il Grattacielo‚ Dance Gallery
si ringrazia per il sostegno Associazione Indisciplinarte

Un evento misterioso‚ tre corpi forse.

Una vita passata a non conoscersi ed incontrarsi?

Tre persone apparentemente semplici accomunate da una vita di eventi straordinari; scopriremo cosa li lega.

Un’esilarante pazzia.

Due combattenti confinate ai margini della vicenda‚ capaci di risolvere con le loro forze le situazioni in cui si vengono a trovare.

Connesse in un sentire‚ due donne vicine una accanto all’altra in un tempo altro e sospeso‚ coscienti di ciò che vogliono e dei mezzi per ottenerlo; un oggetto‚ una possibilità o un potere cambiano a seconda delle mani in cui si trovano.

Non imitano‚ non rappresentano‚ tolgono il velo; la materia‚ con sua elegante simmetria‚ le accoglie. La Terra

Le loro presenze e vite diventano spunto di analisi dei sentimenti dell’interiorità umana; l’interiore è svelato per essere messo a nudo al suo esterno.

Si parlano‚ e come? Si sono mai visti?

Caos e Comunanza.

Amina Amici <em>@ Catarina Cardinali</em> Amina Amici <em>@ Catarina Cardinali</em> Amina Amici <em>@ Catarina Cardinali</em> Amina Amici <em>@ Catarina Cardinali</em>